Fertilifascism

Con tutti i problemi che abbiamo, ci toccano pure governanti quanto meno discutibili.

È vero che nessuno li ha eletti, quindi “non è colpa nostra”, ma per qualche motivo non mi consola fino in fondo.

Sta di fatto che una campagna come questa, ha un sapore così fascista e retrogrado da essere difficilmente accettabile.

In questa sismica fine d’estate, in cui un buffone in prima fila gioca con cellulare durante le esequie di stato, una persona “normale” si aspetterebbe di sentire parole di speranza, si aspetterebbe di sentire dire dalla politica che per accelerare le cose chi “guadagna” in un mese quello che una famiglia normale porta a casa in un anno e mezzo devolvesse questo denaro all’emergenza.
Invece tocca sentire roba da matti. Istituzione di un giorno in cui svergognare chi non ha ancora fatto figli. Campagne assurde con le quali si dovrebbe spronare alla produzione di nuovi bambini (sì, produzione: sono merce). E con un costo economico decisamente fuori di testa, sia per la campagna in se che per il “premio gravidanza”.

Oltre ad essere una campagna brutta, cattiva e senza senso, l’hanno pure messa online in un sito specifico (che hanno già chiuso a causa della reazione del pubblico).

Vorrei sapere chi cazzo si credono di essere questi tizi.
Sono loro la causa di crisi economiche senza fine che impediscono alla gente di programmare un futuro di famiglia.
Sono loro, bigotti asserviti al Vaticano, ad impedire costantemente una decente educazione sessuale nelle scuole.
Sono loro il problema, non chi vorrebbe un figlio e semplicemente non riesce ad averlo.

A questo punto mi aspetto alcune mosse che il nostro bel governo farà a breve:

  • premio per i primogeniti maschi chiamati Matteo
  • raccolta delle fedi in oro per finanziare la  costituzione di un gruppo di esperti che provvederanno a realizzare alcune commissioni che decideranno l’elenco dei professionisti che opereranno per la ricostruzione e saranno preposti a selezionare le aziende specializzate (edili, elettriche, idrauliche) che infine potranno erigere splendide costruzioni antisismiche con tutti e 6 i bancali di mattoni acquistabili con quello che resta
  • reistituzione dello jus primae noctis onde assicurarsi della sicura natalità
  • dono a tutte le coppie che si sposeranno dell’apposito lenzuolino con foro nella posizione canonica e ricamo “non lo fo per piacer mio ma per dare un figlio a dio”

Mi pare di vivere un incubo della peggior specie. Che l’autore sia Stephen King?

By | 2016-09-01T09:50:16+00:00 giovedì 1 settembre 2016|Blog|

Leave A Comment