Chi sta da queste parti prima o poi è passato dal Furlo.

Un po’ meno da Acqualagna, capitale mondiale della produzione e lavorazione del tartufo, con un territorio magico in grado di permettere, nell’arco dell’anno, di reperire tutte e 9 le varietà riconosciute.

Ben guidati abbiamo scoperto o riscoperto il mondo del tartufo, dalla ricerca alla cucina, scoperto un ristorante di notevole livello, la Braceria, e ritrovato i segni degli scalpellini che hanno scavato, ai tempi dei romani e quindi solo con martello e scalpello, e realizzato il passaggio del tunnel.

Che dire. Una bella iniziativa della Regione Marche. Tanto di cappello!