L’essere preciso

  • L'essere preciso | Giancarlo Tonti

L’essere preciso esiste, l’ho visto.

Poteva mettersi in ogni direzione, ma lui no: ha scelto di stare al centro.

Dopotutto se qualcuno ha disegnato quella figura, perché svilirla?
Al centro! Con precisione!

E ti guarda con aria sorniona, come dire “io sono preciso, mica te!”.
Finché c’è il sole sto qui, poi vedremo.

Perché sono preciso.

Condividi questa storia, scegli tu dove!