Primo maggio

Se ci sono due cose che, in Italia, hanno sempre meno valore grazie ai nostri governanti, si tratta della magistratura e dei lavoratori. Sulla magistratura inutile spendere parole: è chiaro che chi delinque ha interesse nel delegittimare chi giudica. I lavoratori invece, sono una bella cosa. Sono una mucca sempre gravida, che da il latte…

Read More

L’Italia e Internet

Sono trent’anni che l’Italia accede ad Internet, pubblicamente. In tutto questo tempo è cambiato tutto. Ma non il fatto che l’accesso ad Internet, legato alle compagnie telefoniche, per l’italiano sia qualcosa di relativo. Quando fuori dall’Italia esistevano ed erano accessibili connessioni dati veloci, da noi si viaggiava con modem al massimo a 36k. Ovviamente le…

Read More

25 aprile, cosa festeggiamo?

Settantuno. Sono passati 71 anni da quando il Comitato di Liberazione Nazionale, attraverso la radio e i giornali, ha comunicato con la voce di Sandro Pertini la fine della guerra civile attraverso l’invito allo scipero generale e la richiesta di resa dei tedeschi, che porterà alla conclusione della seconda guerra mondiale. Non era un movimento…

Read More

Referendum, ossia…

Dal latino rĕfĕro, anche retuli, relatum. Ossia… Ricondurre, riportare, portare indietro… Ottenere, conseguire… Rendere, restituire, riconsegnare… Dare, offrire, pagare… Contraccambiare, ripagare… Registrare, annotare… Riferire, attribuire… Ripetere, riprodurre, riecheggiare, risuonare… Rinnovare, rifare, ripristinare… Rammentare, ricordare, rievocare… Raccontare, annunciare, menzionare… Replicare, obiettare, rispondere… Fare una relazione o un rapporto o una proposta, sottoporre al giudizio di qualcuno….

Read More

Modena via Bologna

Cosa ci spinge a fare certe cose? Ad esempio, cosa ci spinge a conservare i biglietti del treno, visto che non ce li rimborsa nessuno? Durante i 20 mesi di Servizio Civile, tornavo a casa anche solo per poche ore (no, non c’erano donne da andare a trovare). La biglietteria della mia città era misera,…

Read More

幸運 Masa San!

Se il traduttore di Google funziona, quegli ideogrammi dovrebbero essere una formula tipo “buona fortuna”. Dopo tanto tempo lontano da casa, lo Chef Masaaki “Masa” Iwamoto torna a casa, in Giappone. Sono fortunato, ho avuto modo di sentire una cucina diversa, sia quando Masa ci ha fatto provare piatti tipici della sua città che quando…

Read More

Otto marzo, donne!

Un giorno ricordato da un fiore. Un fiore che vedo così, parte in negativo, parte in positivo. Perché ricordare le donne, l’otto marzo, è sicuramente bene. Ma non è positivo che sia una solenne presa per i fondelli, quella che facciamo. Le donne ci sono tutto l’anno. Un mondo che porta avanti le differenze e…

Read More

Tremanti diritti

Sono giorni difficilmente classificabili se non come surreali. Se non fosse che adoro il surreale, nei testi, a teatro. Ma non nel quotidiano, per vivere serve qualcosa di più. E così penso. Penso a un’amica, che assieme ad altre madri cerca di avere risposte dal potere (locale, certo, ma sempre potere è) che se ne…

Read More

Giorno della memoria

Oggi è il giorno della memoria. E’ facile farsi belli ricordando Auschwitz, magari solo perché hai sentito la canzone dei Nomadi e hai una mezza idea. I campi di concentramento tedeschi nella seconda guerra mondiale, solo in Europa, si stima siano stati più di 15.000 (quindicimila), molti dei quali distrutti proprio dai tedesci a lavori…

Read More

Vergogna di Stato, stato di vergogna

Sicuramente io sono ingenuo. Tutto quello che succede lo dimostra, ogni giorno. Ciò non toglie che la notizia di oggi, lanciata dall’ANSA e da tutti i siti di informazione, sia una di quelle che lascia senza parole. Oggi però la cosa è oltre ogni possibile livello di imbarazzo teorizzabile. Se è vero che siamo una…

Read More