Fertility day: giornata di vergogna nazionale

Ogni giorno, quando mi sveglio, ho una incredibile botta di ottimismo e uno dei primi pensieri va al sogno surreale vissuto come vivo e inerente sempre al giorno prima. Quindi penso sia stato un brutto sogno, solo un brutto sogno, e inizio la giornata che spero andrà alla grande. Invece no. Dopo il caffè, arrivano…

Read More

Social? Dipende. Miagoli?

Ma davvero vogliamo continuare così? Con una ignoranza incredibile che non vede oltre la punta del naso? Facebook ha cancellato account che mostravano questa foto, definita come una delle 50 più emblematiche del secolo scorso. La scusa: la bambina è nuda. Senza chiedersi nulla, un puritanesimo da due spicci, con regole assurde stabilite senza il…

Read More

Fertilifascism

Con tutti i problemi che abbiamo, ci toccano pure governanti quanto meno discutibili. È vero che nessuno li ha eletti, quindi “non è colpa nostra”, ma per qualche motivo non mi consola fino in fondo. Sta di fatto che una campagna come questa, ha un sapore così fascista e retrogrado da essere difficilmente accettabile. In…

Read More

Conformismi d’emergenza: il burkini

Visto il generale livello di merda in cui ci troviamo, qualche politico che vuole apparire come il salvatore della patria ha preso la palla al balzo ed ha creato un caso. E siccome il caso ha risonanza, la politica tutta si riversa come un fiume in piena su una “non notizia”, su un “non caso”….

Read More

I social e i messaggi

Siamo al punto in cui la comunicazione passa per i social. Che io chiamo a-social. Così succede che i messaggi vanno, spesso inseriti nel contesto di immagini che non c’entrano niente con il messaggio che portano oppure mutano il proprio senso in fuzione o per funzione dell’immagine. Ora girano spesso anche solo testi, su fondi…

Read More

Festa della Repubblica. L’ultima?

Questa è probabilmente l’ultima festa della Repubblica, laddove parliamo della Nazione con l’ordinamento attuale. Il tutto è ovviamente legato allo strumento alla base dell’identità di una nazione, la sua carta costituente. La nuova costituzione, un oggetto mostruoso piano di pieghe entro le quali nascondere possibilità e privilegi per pochi, arriva dopo 70 anni dalla proclamazione…

Read More

Incivili per definizione

Qualche giorno fa mio cugino Francesco “Checco” Tonti ha riscontrato un ennesimo episodio di “parcheggio a sbafo”, che di per sè non è cosa rara dato che lo si può vedere tutti i giorni ovunque. Nel mega parcheggio di un grande negozio, con circa il 90% dei posti liberi, una signora ha posteggiato nello spazio…

Read More

Primo maggio

Se ci sono due cose che, in Italia, hanno sempre meno valore grazie ai nostri governanti, si tratta della magistratura e dei lavoratori. Sulla magistratura inutile spendere parole: è chiaro che chi delinque ha interesse nel delegittimare chi giudica. I lavoratori invece, sono una bella cosa. Sono una mucca sempre gravida, che da il latte…

Read More

L’Italia e Internet

Sono trent’anni che l’Italia accede ad Internet, pubblicamente. In tutto questo tempo è cambiato tutto. Ma non il fatto che l’accesso ad Internet, legato alle compagnie telefoniche, per l’italiano sia qualcosa di relativo. Quando fuori dall’Italia esistevano ed erano accessibili connessioni dati veloci, da noi si viaggiava con modem al massimo a 36k. Ovviamente le…

Read More

25 aprile, cosa festeggiamo?

Settantuno. Sono passati 71 anni da quando il Comitato di Liberazione Nazionale, attraverso la radio e i giornali, ha comunicato con la voce di Sandro Pertini la fine della guerra civile attraverso l’invito allo sciopero generale e la richiesta di resa dei tedeschi, che porterà alla conclusione della seconda guerra mondiale. Non era un movimento…

Read More