Giorno della memoria

Oggi è il giorno della memoria. E’ facile farsi belli ricordando Auschwitz, magari solo perché hai sentito la canzone dei Nomadi e hai una mezza idea. I campi di concentramento tedeschi nella seconda guerra mondiale, solo in Europa, si stima siano stati più di 15.000 (quindicimila), molti dei quali distrutti proprio dai tedesci a lavori…

Read More

Vergogna di Stato, stato di vergogna

Sicuramente io sono ingenuo. Tutto quello che succede lo dimostra, ogni giorno. Ciò non toglie che la notizia di oggi, lanciata dall’ANSA e da tutti i siti di informazione, sia una di quelle che lascia senza parole. Oggi però la cosa è oltre ogni possibile livello di imbarazzo teorizzabile. Se è vero che siamo una…

Read More

17 anni fa Faber

Il tempo passa, le storie si accumulano. Gli eventi si sovrappongono. A volte lo fanno in modo crudele, come quando capita che due giganti, ognuno per il suo genere e la sua modalità, ci lasciano nello stesso giorno. Diciassette anni fa muore Fabrizio De Andrè. In questi anni non credo che si possa negare che…

Read More

Una richiesta agli amici

Dopo tanto tempo ho deciso di rivedere il mio sito personale. Sono passati tanti anni, ho fatto tante cose diverse. Ho conosciuto tante persone dalle quali ho saccheggiato umanità dando in cambio il poco che posso: un po’ di capacità tecnica, qualche idea, magari solo un po’ di tempo. Tanti non li ho più incontrati,…

Read More

Amicizia

Oggi si parlava, con un’amica, di amicizia e del fatto che ci piace l’opera di Alda Merini. La mia cultura, e quella umanistica in generale, è piuttosto bassa. Ma questa poesia della Merini, più o meno, la ricordavo. E mi piace ricordarla, perché ogni giorno mi chiedo quale sia il senso delle relazioni fra le…

Read More

Più in là

A volte hai culo e azzecchi una foto al volo. A volte no e per uno scatto ci vuole un mesetto di tentativi. Per questa c’è voluto un mesetto. Ed è arrivata così, giusta, senza quasi nessuna correzione necessaria. Un premio alla pazienza. Cosa c’è più in là? Oltre? Dietro il velo di foschia?

Read More

Sir Isaac Newton

Ecco, se c’è un buon modo per ricordare il 25 dicembre, è questo. Nel 1642 nasce Isaac Newton, indicato nei testi come “matematico, fisico, filosofo naturale, astronomo, teologo e alchimista”. Certo, oggi è più facile. Oggi puoi trovare infinite informazioni (errore, non infinite, ma comunque tante) e infinite corrrelazioni (queste sì) fra esse, puoi saltare…

Read More

Sensi natalizi

Natale. Un rituale momento di equità commerciale, in cui uno da a un’altra persona un oggetto, nella speranza di ricevere in cambio un altro oggetto di pari o superiore valore. Da molti anni è solo uno dei tanti eventi banali, per me. Nonostante tutto ho alcune persone verso le quali mi sento in dovere di…

Read More

Spegnere

Poi prendo, chiudo i vari programmi, spengo. Prendo la giacca e mentre ho già messo un braccio dentro mi chiedo: ma dove cazzo vuoi andare? Vuoi andare a piedi? E dove? Non c’è un cavolo da vedere, lì fuori. Nemmeno a una distanza gestibile a piedi. Vuoi andare in macchina? Con quello che ti costa,…

Read More

Sentinelle

In fila, impassibili. Sguardo puntato verso il basso. Sentinelle, nella nebbia, a guardia del palazzo.

Read More